Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘educazione ambientale’ Category

Gli studenti del Liceo Brera di Milano hanno esposto i risultati del progetto e i lavori artistici realizzati per la fruizione digitale dell’oasi WWF Bosco di Vanzago. Roma, 31 maggio 2022

Il progetto Ambitour https://www.wwf.it/cosa-facciamo/progetti/ambitour/.

Cartella – https://www.dropbox.com/sh/z3fx6tfw5q03b17/AAD-MFP1_StNjT__EINriT9sa?dl=0.

Dopo due anni, sta per volgere al termine il progetto Ambitour, sviluppato dalla Fondazione WWF e dall’Università degli Studi di Milano- Bicocca con il Liceo Artistico Brera e finanziato dalla Fondazione Cariplo, con l’obiettivo di valorizzare ed innovare l’Oasi WWF Bosco di Vanzago, attualmente priva di strumenti digitali a supporto delle visite. Lo scorso martedì 17 maggio, nella sede WWF di Milano in via Tommaso de Cazzaniga, è stato illustrato il progetto nelle sue diverse fasi e gli studenti del Liceo Artistico Brera hanno esposto i risultati dei loro lavori ispirati alla natura e realizzati grazie alle osservazioni fatte durante le visite all’oasi. Video multimediali, tavole scientifiche, tele, modellini in 3D, registrazione di suoni: tutto il materiale raccolto e creato confluirà in un’unica piattaforma digitale rinominata  “Rivista” che, costruita secondo diversi percorsi tematici, permetterà ai visitatori dell’oasi di curiosare fra vari contenuti originali, come gli aspetti di flora e fauna locale messi a confronto con i beni del patrimonio artistico-culturale di Regione Lombardia, o l’analisi dei cambiamenti e le trasformazioni del paesaggio urbano di Milano. Il tutto sarà fruibile tramite dei QR code che, posti su delle colonnine posizionate in punti strategici dell’oasi, daranno accesso ad un’ampia gamma di contenuti. Due studentesse hanno affermato: “Il progetto è stato molto interessante perché abbiamo potuto vedere in che modo la natura può trovare spazio anche all’interno della città o nei suoi dintorni. È stato bello mettersi in gioco a livello artistico con varie tecniche e capire in che modo noi possiamo dare qualcosa alla natura intorno a noi e come lei ci può al contrario ridare qualcosa indietro”. La possibilità di vivere un’esperienza di studio a due passi da Milano ma immersi nel verde ha segnato positivamente tutti gli studenti che si sono trovati a tu per tu con animali selvatici che non avevano mai visto: “come il capriolo e la volpe. In città ci si imbatte in piccioni, cani e gatti… A Milano non è così comune poter stare a contatto con la natura, e qui siamo stati felici di poterlo fare”.

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

CON LE CROCIERE DEL WWF SI DIVENTA PROTAGONISTI DELLA RICERCA SUI CETACEI.

Roma, 27 aprile 2022Foto qui – https://www.dropbox.com/sh/8x57wg39agwjc7w/AABaRgQfVkWbFUjl1bHgY6j3a?dl=0%C3%B9.

Sale a 12 imbarcazioni la flotta del WWF Italia. Nel 2021 biologi e turisti hanno raccolto dati di oltre 100 avvistamenti tra balenottere, delfini, capodogli, zifi, tartarughe e squali. Sono salpate in questi giorni le crociere del WWF – Vele del Panda, il progetto nato nel 2019 focalizzato sulla tutela e salvaguardia della fauna marina che integra l’attività di ricerca e monitoraggio dei cetacei nel Santuario Pelagos organizzato con WWF Travel, Sailsquare e inserito nella Campagna WWF GenerAzioneMare.

Nuove destinazioni. L’obiettivo è quello di raccogliere dati sulla presenza ed il comportamento dei cetacei in alcune aree chiave per la megafauna mediterranea, elementi fondamentali per la loro tutela, coinvolgendo skipper e turisti che veleggiano nel nostro mare.  Quest’anno il progetto vede una grande accelerazione con nuove destinazioni: a Toscana e Liguria si aggiungono le Isole Pontine, le Isole del Golfo di Napoli (Ischia e Procida), la Sardegna, le Isole Eolie, Lampedusa e Pantelleria. L’intento, infatti, è quello di identificare e confermare nuove aree di importanza per l’alimentazione e la riproduzione dei cetacei del Mediterraneo. Oltre al Santuario Pelagos, verranno solcati anche i mari che sovrastano i profondi canyon del sud del Mare Nostrum, dove le correnti favoriscono il fenomeno dell’upwelling e quindi la presenza di fito- e zoo-plancton, alla base della catena trofica. Oltre 70 le date disponibili dalla primavera a tutto il periodo estivo, con la presenza di 15 guide coinvolte e formate dal WWF. WWF Travel è il Tour Operator fondato nel 2017 proprio per realizzare proposte di ecoturismo legate a temi di salvaguardia e conservazione ambientale: nel 2021 Vele del Panda, grazie alla partnership con Sailsquare, la più grande e affermata piattaforma dedicata alla prenotazione di vacanze ed esperienze in barca a vela, è stato potenziato sia come numero di barche coinvolte che come numero di proposte. Le prenotazioni sono in esclusiva sul sito di Sailsquare

La campagna di ricerca 2021. Le 5 imbarcazioni che hanno solcato le acque del Santuario Pelagos nell’estate 2021 hanno permesso di raccogliere numerosi dati sulle specie grazie agli avvistamenti effettuati a bordo: 77 avvistamenti di stenella striata, 31 di tursiope, 6 di zifio, 5 avvistamenti di capodoglio, 4 di balenottera, 31 avvistamenti di tartaruga marina e 2 di squalo. I dati raccolti verranno integrati in un data base che il WWF vuole mettere a disposizione di enti di ricerca e università per lo sviluppo di tesi universitarie e progetti di conservazione. L’intento è anche quello di fornire i dati alle università e alla IUCN – Unione Internazionale per la Conservazione della Natura. Uno dei problemi, infatti, per la tutela dei cetacei è proprio la scarsità, e per alcune specie come lo zifio, il grampo e il globicefalo addirittura l’assenza, di dati su distribuzione, ecologia ed etologia.  

Ricercatori e turisti insieme. A bordo delle Vele del Panda i viaggiatori sono sempre affiancati da un ricercatore e Guida Whale Watching del WWF, per le attività di ricerca scientifica: al piacere di un’esperienza in barca a vela si unisce così una vera e propria attività da ricercatore con attività di monitoraggio e foto-identificazione cetacei. Salendo a bordo di una crociera di ricerca WWF non solo si potrà vivere la magia di avvistare delfini e balene, ma ci si troverà immersi nella conoscenza di questi animali, dei loro comportamenti e delle loro abitudini. Inoltre, a bordo di una crociera di ricerca WWF è possibile fare qualcosa di concreto per il pianeta. Le crociere di ricerca di WWF Travel, prenotabili su  Sailsquare, sono adatte a tutti, famiglie con bambini, coppie, gruppi di amici ma anche persone che viaggiano da sole che vogliono unire la magia di una crociera di ricerca con la voglia di conoscere nuove persone a bordo. Non è necessario avere esperienza di vela, in quanto a bordo ci sarà sempre uno skipper esperto, che oltre a portare la barca sarà molto felice di poter trasmettere la sua passione per la vela ai passeggeri, insegnando i fondamenti, per rendere l’esperienza ancora più ricca.

Read Full Post »

Le associazioni: “Incomprensibile” – Roma, 22 aprile 2022

Il Comune di Siculiana intima la restituzione del Centro di Educazione Ambientale A. Alaimo alle associazioni che ne curano la gestione da circa 10 anni. Le Associazioni Marevivo, Legambiente (alla data odierna non più conduttore) e WWF ITALIA, riunite in Associazione Temporanea di scopo, nel giugno del 2012 hanno avuto la concessione da parte del Consorzio Agrigentino per la Legalità e lo Sviluppo di un immobile confiscato alla criminalità organizzata, con lo scopo di adibirlo a Centro di Educazione Ambientale. Le associazioni sono venute operativamente in possesso dell’immobile solo alla fine del 2013, dopo il completamento di una serie di procedure relative all’effettiva abitabilità dell’immobile. Il centro confiscato, si trova vicinissimo al mare e fin da subito le associazioni hanno operato  per favorirne la fruizione in modo “consapevole”, coinvolgendo sempre l’amministrazione di Siculiana,  promuovendo attività di educazione ambientale, iniziative inerenti i valori della legalità, attività didattiche, culturali e sportive, ma soprattutto progetti e attività per le scuole, ritenute le principali destinatarie dell’importante operazione civica e sociale che si voleva portare avanti nel territorio. Grazie alle opportunità concesse da bandi pubblici, sono state rintracciate delle risorse che nel tempo hanno consentito di gestire al meglio il bene, mettendo sempre a disposizione volontaria le competenze e professionalità che le associazioni avevano portato a patrimonio dell’ATS per il migliore raggiungimento degli obiettivi di gestione dell’immobile e dell’attività a questa connesse. A tal fine il Centro è stato opportunamente allestito per essere disposto a centro conferenze, a mostre permanenti, ad eventi culturali, a laboratori scientifici per le scolaresche.

Dalla data di concessione a oggi costanti e numerose sono state le attività portate avanti, sempre in modo coerente con le disposizioni della concessione. Oggi nel Centro è possibile visitare:

– la mostra permanente sulle tartarughe marine del WWF;

– la mostra permanente di trash art “Marine Litter Art” di Marevivo;

– un laboratorio naturalistico che spiega gli aspetti della biodiversità dell’area protetta di Torre Salsa e più in generale di tutto territorio e che permette, a bambini e adulti di approfondire aspetti del mondo scientifico-naturalistico;

– una mostra di reperti sugli Squali;

– un laboratorio scientifico attrezzato di tecnologie, reperti, strumenti e supporti didattici, finalizzato a ospitare le scuole e svolgere osservazioni e sperimentazioni.

Negli anni il centro è stato anche sede di numerosi eventi culturali, iniziative formative, ma anche di sviluppo di progetti ed eventi di sensibilizzazione sui temi della difesa dell’ambiente e dell’affermazione della legalità, con un rallentamento solo negli ultimi due anni a causa delle restrizioni sanitarie generate dalla pandemia. Il centro in questi anni di gestione ha rappresentato un presidio di affermazione di valori civici e sociali ed è stato un importante riferimento per molte scuole che volevano promuovere iniziative di conoscenza e difesa del territorio. “La richiesta di restituzione ci ha lasciati sorpresi – dichiara Carmen Parisio Di Penta, Direttore Generale di Marevivo Onlus – anche perché la rivendicazione è priva di ogni motivazione, essendo citata solo la scadenza del Consorzio, prevista nel 2020 e la sua mancata proroga, e il ritorno di diritto del bene nella piena e libera disponibilità del Comune di Siculiana. Sarebbe stato nostro desiderio, se non diritto, essere convocati dal Comune per conoscere le ragioni dell’intimazione, tra l’altro effettuata in forma del tutto irrituale.   Siamo consapevoli di aver gestito al meglio il bene, di averne avuto cura e di avere offerto un servizio al territorio ospitando migliaia di studenti, ricercatori e studiosi e promuovendo molteplici altre attività”. “L’ignoranza delle cause della decisione c’inducono a valutare la richiesta come un’iniquità incomprensibile, – ha aggiunto Alessandra Prampolini, Direttore Generale del WWF Italia – Ci dichiariamo disponibili a valutare i progetti che il Comune intende promuovere e, se saranno validi e meritori, ad instaurare una proficua collaborazione. Se così non fosse, metteremo in campo tutte le misure necessarie per affermare il nostro diritto, e quello del territorio, di continuare ad avere un centro di educazione ambientale ed alla legalità, quale espressione di civile impegno e dovere di difesa di un territorio che esprime un’alta valenza naturalistica, che merita di essere diffusa e difesa per un futuro più equo e sostenibile”.

Read Full Post »

Il 22 aprile è l’Earth Day. Sale così a 36 il numero totale delle Aule Natura che saranno realizzate entro il 2022 da WWF e Procter & Gamble nell’ambito del programma di cittadinanza d’impresa “P&G per l’Italia”. Un totale di oltre 5250 mq di verde regalati alle scuole, che permetteranno agli studenti di toccare con mano la natura e comprenderne il valore. Entro il 2024 saranno oltre 50 le Aule Natura in tutta Italia e il progetto riceve i complimenti della sottosegretaria all’Istruzione l’on. Barbara Floridia. Roma, 20 aprile 2022

Cartella – https://www.dropbox.com/sh/jsjbyodk2icqte0/AAAIyp28lgMSSRVduFnbq5OFa?dl=0%20.

QUI il nuovo video dedicato al progetto Aule Natura

https://www.dropbox.com/s/ca4f2vyu07q07dn/Aule-Natura-FULLHD-DEF.mov?dl=0.

“Nessuno proteggerà ciò che non gli interessa; e nessuno si preoccuperà di ciò che non ha mai sperimentato”. Queste parole del grande divulgatore scientifico David Attenborough riassumono benissimo il motivo per cui sono nate le Aule Natura del WWF, realizzate grazie a Procter & Gamble nell’ambito del programma di cittadinanza d’impresa “P&G per l’Italia”. Ricostruire le connessioni tra bambini e natura e colmare la mancanza di esperienze all’aperto che oggi i più piccoli stanno soffrendo sempre di più, infatti, sarà vitale per garantire la salute di persone e Pianeta e permetterci di raccogliere i benefici economici che il mondo naturale è in grado di offrirci. In occasione dell’Earth Day, la Giornata Mondiale della Terra – che si celebra il 22 aprile in tutto il mondo – il WWF Italia e Procter & Gamble annunciano che saranno 24 le nuove Aule Natura realizzate in altrettante scuole italiane entro l’anno scolastico corrente. Queste aree verdi, in cui gli studenti potranno imparare e toccare con mano la biodiversità tipica dei loro territori, si aggiungono agli oltre 2.000 i metri quadri di spazi verdi messi a disposizione di oltre 5.000 alunni delle 12 scuole Primarie e degli Istituti Comprensivi nelle città di Udine, Venezia, Codogno (LO), Novara, Genova, La Spezia, Città Sant’Angelo (PE), Roma, Napoli, Taranto e Catania. Per queste città le aule natura sono già spazi a cielo aperto in cui fare lezione di matematica e grammatica o realizzare laboratori e progetti in un contesto piacevole. Un luogo vivo e ricco di biodiversità, che cresce davanti agli occhi degli studenti: i cespugli si riempiono di foglie e ciuffi di erbe spontanee fioriscono. Anche gli animali aumentano attirati dal punto d’acqua, dai rifugi predisposti e dalla disponibilità di cibo: invertebrati vari, insetti, anfibi, uccelli. Orto didattico, giardino e stagno, si prestano a una grande varietà di attività didattiche che vanno da esperienze di tipo percettivo-sensoriale a esperienze basate su attività socio-motorie ed esplorative, a progetti scolastici che intrecciano l’apertura al mondo naturale con la tecnologia, tutti percorsi educativi profondamente multidisciplinari. L’obiettivo è promuovere esperienze pedagogiche con un approccio attivo e coinvolgente, utilizzando gli spazi esterni della scuola come aule di apprendimento. WWF e P&G non si sono fermati e alle nuove 20 aule natura selezionate tra istituti attivi nel campo dell’educazione per l’ambiente e la sostenibilità, e annunciate lo scorso dicembre, per coprire tutte le regioni italiane in modo proporzionale alla popolazione e per andare incontro ai bisogni dei territori ne hanno aggiunte altre 4. Clicca QUI per l’elenco delle nuove 24 aule natura che saranno completate entro l’anno scolastico 2021/’22 https://www.dropbox.com/s/3ikceyho0hflvsn/Aule%20natura%202021-2022.pdf?dl=0.

Altri 3253 mq di natura regalati alle scuole si aggiungono a quelli già costruiti, e ben 10.260 alunni si uniranno ai 5000 studenti che già stanno giocando con fango, scoprendo lombrichi, e cinciarelle, godendo di profumi e fioriture per fare scuola in modo diverso e profondamente nuovo, per un totale di oltre 5250 mq e 15.260 alunni coinvolti. Queste nuove aule natura verranno consegnate in due momenti diversi, un primo gruppo entro giugno 2022 e un secondo nell’autunno 2022. Il progetto Aule Natura del WWF Italia e realizzato grazie a Procter & Gamble è piaciuto molto anche al Ministero dell’Istruzione. “Le Aule Natura sono spazi speciali e rientrano nell’ampio progetto nazionale del WWF e di P&G Italia, che ha l’obiettivo di rivalutare i cortili scolastici come luoghi di didattica all’aperto. I bambini hanno così l’opportunità di vivere un ambiente ricco di stimoli che consente loro di conquistare un rapporto immediato e diretto con la natura, fornendo anche spazi di formazione e promuovendo una nuova modalità di apprendimento– afferma la sottosegretaria all’Istruzione l’on. Barbara Floridia -. Vorrei sottolineare il valore di questi progetti che vanno proprio nella direzione tracciata dal Piano RiGenerazione Scuola. Inoltre, le collaborazioni fra il mondo della scuola con soggetti del privato sociale e le Istituzioni, rappresentano un esempio virtuoso da imitare per raggiungere il maggior numero di studenti possibile. Mi auguro di visitare presto alcune delle aule natura e mi complimento per questo progetto”. Regalare un’aula natura non significa solo riqualificare un giardino scolastico, ma permette di intervenire all’interno di un progetto educativo, di accedere a materiali formativi dedicati, a sessioni di formazione per gli insegnanti presenti su One Planet School, la piattaforma di e-learning di WWF, di entrare in contatto con le altre scuole del circuito.

Aule Natura: il progetto. È stato lanciato dal WWF nel settembre 2020, dopo il primo lockdown: il tradizionale giardino naturale, l’oasi a scuola, diventa una vera e propria aula. È uno spazio circoscritto (il gruppo classe è separato dal passaggio e non si incrocia con altri gruppi) e fatto di natura: le sue pareti sono siepi, bordure fiorite, cassoni per gli ortaggi. Prevede una superficie di area verde di minimo 80mq che permette il distanziamento ottimale, anche in funzione anti COVID-19 (3,5 mq per alunno), tra i bambini di un gruppo classe di circa 23 alunni. Riproduce differenti microhabitat (stagno, siepi, giardino) in cui osservare direttamente non solo le diverse forme di esseri viventi, ma anche la relazione che li collega tra loro e a noi. Inoltre, sulla piattaforma One Planet School WWF (https://oneplanetschool.wwf.it/) i docenti possono trovare tutti i materiali di supporto dedicati al progetto. Per la scelta delle Aule Natura il WWF ha seguito anche criteri legati ad aree particolarmente bisognose di recuperare spazi di vivibilità, in zone degradate o periferiche. Le Aule Natura hanno avuto anche il patrocinio dell’Associazione Culturale Pediatri (ACP).

La partnership WWF – P&G. La collaborazione tra P&G Italia e WWF prevede quattro aree strategiche di intervento: educazione delle nuove generazioni, all’interno della quale P&G sosterrà il WWF nella realizzazione di oltre 50 Aule Natura entro il 2024; sostegno a progetti di riqualificazione ambientale, tramite il quale P&G insieme al WWF riqualificherà più di un milione di metri quadrati di boschi in Italia sostenendo il progetto ReNature; programmi di educazione ad un uso più consapevole e responsabile dei prodotti a casa e formazione dei manager di domani attraverso percorsi di studio creati insieme all’Istituto Europeo per lo Sviluppo Sostenibile.

Ufficio stampa WWF Italia – Giulia Ciarlariello, Mail g.ciarlariello@wwf.it Mob. 334 6151811 –

Lucio Biancatelli, Mail l.biancatelli@wwf.it Mob. 329 8315718

Comunicazione P&G: SaFe Communications

Emanuela Capitanio Cell. 347.4319334 – emanuela.capitanio@safecommunications.it

Alessandra Perrucchini Cell. 340.4212323 – alessandra.perrucchini@safecommunications.it

Read Full Post »

Proseguono i lavori per completare il progetto AmbiTour, fra questi la realizzazione di uno stagno artificiale e materiali multimediali per la piattaforma Galaxias.

Roma, 8 aprile 2022Cartella – https://www.dropbox.com/sh/xqh9dz5ikf5m1t3/AABnbPIN2Is0HUChdUCeOuf_a?dl=0. 

Il progetto Ambitour: Valorizzazione e Conservazione dell’Ambiente e del Territorio, finanziato dalla Fondazione Cariplo, è nato per valorizzare il patrimonio ambientale dell’Oasi Bosco WWF di Vanzago (Milano) attraverso la definizione di percorsi tematici collegati alla biodiversità e al patrimonio artistico-culturale dell’area milanese. Protagoniste del progetto sono le classi di architettura, figurativo e multimediale del Liceo Artistico Brera, che venerdì 25 marzo si sono recate all’Oasi Bosco di Vanzago per proseguire i lavori, in particolare per terminare la creazione dello stagno artificiale e creare nuovo materiale da inserire nella piattaforma Galaxias, sviluppata dall’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Gli studenti del Liceo Brera vengono supportati in queste attività dagli esperti dell’Università, per quanto riguarda l’acquisizione delle competenze digitali necessarie, ma anche dagli esperti naturalisti del WWF e da un gruppo di docenti del Liceo Brera per lo sviluppo degli itinerari tematici. Nella mattinata la classe di architettura ha proseguito i lavori già iniziati dello stagno artificiale, completandone i margini e piantando alcune specie di flora tipiche di questo ambiente, come la menta acquatica, il giglio d’acqua e il giunco. La realizzazione di questo stagno, avvenuta attraverso un cantiere didattico con l’apporto degli stessi studenti, determinerà un incremento degli ambienti specifici per fauna come gli anfibi, ma anche per odonati e per insetti acquatici. La classe di figurativo, invece, è stata suddivisa in due gruppi, accompagnati da due guide esperte del WWF alla scoperta dell’Oasi e della sua storia. Nei luoghi più significativi dell’oasi si sono dedicati alla rappresentazione grafica di alcuni scorci paesaggistici. La classe di multimediale ha seguito i vari gruppi di lavoro documentando le attività svolte con foto e video. Inoltre, sono stati ripresi alcuni paesaggi cercando di creare delle istantanee che possano rappresentare gli stessi punti paesaggistici nei vari cambi di stagione. L’ultima uscita per gli studenti del liceo Brera si è svolta martedì 5 aprile, con la classe di figurativo: le ragazze e i ragazzi hanno visitato l’Oasi per fare gli ultimi disegni in vista della mostra evento che si terrà il 17 maggio ai Giardini Pippa Bacca di Milano, e che segnerà la conclusione del progetto. Come obiettivo finale, i contenuti dei percorsi saranno rielaborati nella piattaforma Galaxias tramite un servizio chiamato “Rivista”, che darà la possibilità agli studenti di creare i contenuti digitali definitivi che saranno poi utilizzati dai visitatori dell’Oasi Bosco WWF di Vanzago, per poter permettere un’esperienza di visita emozionale a 360 gradi. Infatti, per ciascuno dei punti di osservazione presente nell’Oasi, si prevede l’installazione di colonnine QR-code che consentiranno ai visitatori di accedere ai contenuti proposti nella “Rivista”. Il progetto Ambitour: Valorizzazione e Conservazione dell’Ambiente e del Territorio, finanziato dalla Fondazione Cariplo, è nato per valororizzare il patrimonio ambientale dell’Oasi Bosco WWF di Vanzago (Milano) attraverso la definizione di percorsi tematici collegati alla biodiversità e al patrimonio artistico-culturale dell’area milanese. Protagoniste del progetto sono le classi di architettura, figurativo e multimediale del Liceo Artistico Brera, che venerdì 25 marzo si sono recate all’Oasi Bosco di Vanzago per proseguire i lavori, in particolare per terminare la creazione dello stagno artificiale e creare nuovo materiale da inserire nella piattaforma Galaxias, sviluppata dall’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Gli studenti del Liceo Brera vengono supportati in queste attività dagli esperti dell’Università, per quanto riguarda l’acquisizione delle competenze digitali necessarie, ma anche dagli esperti naturalisti del WWF e da un gruppo di docenti del Liceo Brera per lo sviluppo degli itinerari tematici. Nella mattinata la classe di architettura ha proseguito i lavori già iniziati dello stagno artificiale, completandone i margini e piantando alcune specie di flora tipiche di questo ambiente, come la menta acquatica, il giglio d’acqua e il giunco. La realizzazione di questo stagno, avvenuta attraverso un cantiere didattico con l’apporto degli stessi studenti, determinerà un incremento degli ambienti specifici per fauna come gli anfibi, ma anche per odonati e per insetti acquatici. La classe di figurativo, invece, è stata suddivisa in due gruppi, accompagnati da due guide esperte del WWF alla scoperta dell’Oasi e della sua storia. Nei luoghi più significativi dell’oasi si sono dedicati alla rappresentazione grafica di alcuni scorci paesaggistici. La classe di multimediale ha seguito i vari gruppi di lavoro documentando le attività svolte con foto e video. Inoltre, sono stati ripresi alcuni paesaggi cercando di creare delle istantanee che possano rappresentare gli stessi punti paesaggistici nei vari cambi di stagione. L’ultima uscita per gli studenti del liceo Brera si è svolta martedì 5 aprile, con la classe di figurativo: le ragazze e i ragazzi hanno visitato l’Oasi per fare gli ultimi disegni in vista della mostra evento che si terrà il 17 maggio ai Giardini Pippa Bacca di Milano, e che segnerà la conclusione del progetto. Come obiettivo finale, i contenuti dei percorsi saranno rielaborati nella piattaforma Galaxias tramite un servizio chiamato “Rivista”, che darà la possibilità agli studenti di creare i contenuti digitali definitivi che saranno poi utilizzati dai visitatori dell’Oasi Bosco WWF di Vanzago, per poter permettere un’esperienza di visita emozionale a 360 gradi. Infatti, per ciascuno dei punti di osservazione presente nell’Oasi, si prevede l’installazione di colonnine QR-code che consentiranno ai visitatori di accedere ai contenuti proposti nella “Rivista”.

Read Full Post »

L’iniziativa fa parte delle attività di WWF e Sofidel per celebrare i 15 anni di collaborazione.

Roma, 21 marzo 2022 – Per celebrare la ricorrenza dei 15 anni di partnership, WWF Italia e Sofidel, gruppo cartario tra i leader mondiali nella produzione di carta per uso igienico e domestico, noto in particolare in Italia e in Europa per il brand Regina, presentano un calendario di iniziative per il 2022. Fra queste, “Sofidel4Talent”, un corso di formazione dedicato alla corretta gestione forestale e la partecipazione alla campagna WWF “ReNature Italy” per tutelare e rigenerare il capitale naturale italiano, a beneficio delle generazioni attuali e future. Per partecipare è possibile candidarsi fino al 15 aprile 2022.

Qui per info e scaricare il bando https://lanostracartamigliore.sofidel.com/sofidel4talent/.

La prima iniziativa partita in questi giorni – realizzata con il supporto di Koinètica e con il patrocinio di RUS (Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile) – vede Sofidel e WWF Italia scendere in campo per contribuire a formare futuri professionisti delle nostre foreste con “Sofidel4Talent”, un corso di formazione applicata in conservazione e gestione forestale ad accesso gratuito, che si svolgerà alla fine di maggio nel Museo della Biodiversità WWF di Monticiano – e Riserva Naturalenaturale provinciale Alto Merse, in provincia di Siena. Il bando di selezione, rivolto a 15 giovani laureandi e neolaureati in discipline scientifiche, è aperto fino al 15 aprile 2022. A ridosso dell’estate, sarà poi la volta della partecipazione alla campagna WWF “ReNature Italy”, un progetto nato con l’obiettivo di invertire la curva della perdita di biodiversità in Italia e favorire la coesistenza tra uomo e natura. A settembre, il lancio della nuova edizione di “Mi Curo di Te. Con la Scuola per l’Agenda 2030”, il programma di educazione ambientale per la scuola italiana che, per l’anno scolastico 2022/2023, sarà dedicato al tema Acqua. In merito a all’iniziativa “Sofidel4Talent”, Marco Galaverni, Direttore Programma e Oasi del WWF Italia afferma: “Per permettere alle giovani generazioni di custodire il patrimonio naturale che ci circonda, è essenziale far comprendere come questo può essere conservato e gestito al meglio. Siamo quindi orgogliosi di concretizzare questa possibilità con tre giorni di formazione gratuiti, dinamici ed estremamente coinvolgenti destinati a studenti o neolaureati che hanno a cuore il futuro del Pianeta, in un contesto unico come quello del Museo della Biodiversità di Monticiano”. Elena Faccio, Creative, Communication and CSR Director di Sofidel, da parte sua, aggiunge: “Crediamo nella sostenibilità quale leva strategica di sviluppo responsabile e lavoriamo ormai da 15 anni fianco a fianco con WWF. Una collaborazione storica e di primaria importanza, che ha aiutato l’azienda a crescere in modo responsabile e a promuovere la cultura della sostenibilità. Siamo convinti che i giovani siano la nostra carta migliore per preservare il Pianeta e siamo contenti di dare il nostro contributo per un progetto di formazione qualificante e utile per le sfide che ci aspettano negli anni a venire”. La collaborazione tra Sofidel e WWF Italia è nata nel 2008 con l’adesione del Gruppo al programma internazionale “WWF Climate Savers” per la riduzione volontaria delle emissioni climalteranti. Negli anni, si è poi estesa attraverso un percorso rigoroso di miglioramento del processo di approvvigionamento forestale (il 100% della cellulosa utilizzata nel processo produttivo del Gruppo è certificata da terze parti indipendenti con schemi di certificazione forestale quali ad esempio FSC® e PEFCTM) e alla promozione di attività di sensibilizzazione ed educazione, con “Mi Curo di Te”, il programma di educazione ambientale reso gratuitamente disponibile alle scuole primarie e secondarie di primo grado italiane che, dal 2014, ha coinvolto oltre 650.000 studenti. Un rapporto che è ulteriormente cresciuto nel 2021 con l’adesione di Sofidel a “Forests Forward”, la piattaforma multi-stakeholder lanciata da WWF per proteggere e migliorare la gestione di 150 milioni di ettari di foresta entro il 2030.

Sofidel4Talent” rientra nella collaborazione che Sofidel ha intrapreso con WWF Italia. Il corso, rivolto a 15 giovani laureandi e neolaureati in discipline scientifiche, si svolgerà dal 27 al 29 maggio 2022 direttamente “in natura”. Una full immersion di tre giorni, che prevede anche escursioni in notturna, con docenti universitari fra i più esperti nel panorama italiano per comprendere il valore della biodiversità, le implicazioni economiche e sociali della tutela degli ecosistemi forestali, le dinamiche di prevenzione degli incendi, nonché gli effetti della natura sulla salute e sul benessere delle persone. Per partecipare è possibile candidarsi fino al 15 aprile 2022 qui https://lanostracartamigliore.sofidel.com/sofidel4talent/. Al termine, sarà rilasciato un attestato di partecipazione con cui sarà possibile richiedere al proprio Dipartimento Universitario i relativi CFU. I partecipanti alloggeranno nei pressi del Museo della Biodiversità WWF di Monticiano – Riserva naturale provinciale Alto Merse, in provincia di Siena. Ulteriori informazioni sul programma sono disponibili qui. “Sofidel4Talent” fa parte de #LaNostraCartaMigliore, l’insieme di iniziative di Sofidel volte a costruire un futuro migliore per le nuove generazioni. 

Read Full Post »

INVITO STAMPA

VENERDÌ 25 FEBBRAIO, ORE 11:30. Scuola Statale Primaria “IC Italo Calvino” via Leucatia, 141 – Catania. WWF E PROCTER & GAMBLE INSIEMEPER PORTARE LA NATURA NELLE SCUOLE ITALIANE.

L’IC Italo Calvino ospita la Sottosegretaria al Ministero dell’Istruzione Barbara Floridia, WWF e Procter & Gamble per presentare un primo bilancio del progetto Aule Natura e il Piano Rigenerazione Scuola del Ministero dell’Istruzione. Roma, 23 febbraio 2022

Venerdì 25 febbraio, alle ore 11.30, la scuola Statale Primaria “IC Italo Calvino”, in Via Leucatia 141 a Catania, apre le sue porte per raccontare il progetto delle Aule Natura, promosso dal WWF Italia con il sostegno di Procter & Gamble 

nell’ambito del programma di cittadinanza d’impresa “P&G per l’Italia”, col quale l’azienda sta realizzando azioni concrete di sostenibilità ambientale e sociale in tutto il Paese. Il progetto Aule Natura, che trasforma il tradizionale giardino naturale, l’oasi a scuola, in una vera e propria aula, è stato lanciato dal WWF nel settembre 2020, dopo il primo lockdown, e dall’anno scorso è sostenuto da P&G, con l’obiettivo di realizzare, entro il 2024, almeno 50 Aule Natura in tutta Italia. Dopo una visita guidata all’Aula Natura, seguirà un momento di riflessione sul progetto Aula Natura a supporto del Piano Rigenerazione Scuola del Ministero, presso l’adiacente sede di “WonderLAD”, in via Filippo Paladino n. 11. Dopo il benvenuto del dirigente scolastico Salvatore Impellizzeri, interverranno l’On. Barbara Floridia, Sottosegretaria Ministero dell’Istruzione, Maria Antonietta Quadrelli, Responsabile Educazione WWF Italia, Riccardo Calvi, Direttore Comunicazione di P&G Italia, Barbara Mirabella, Assessore Pubblica Istruzione, Attività e Beni Culturali, Pari Opportunità e Grandi Eventi di Catania, ed Emilio Grasso, Dirigente dell’ufficio di Ambito Territoriale (USR Sicilia).

Parteciperanno anche Pietro Ciulla, Delegato WWF Sicilia, Vita Raiti, Presidente WWF Sicilia Nord Orientale, e Elvira Mazzone dell’Associazione Orione. Si chiede gentilmente di confermare la propria presenza a uno dei seguenti contatti:

Giulia Ciarlariello, Press Office WWF Italia – Mail g.ciarlariello@wwf.it Mob. 334 6151811

Lucio Biancatelli, Press Office WWF Italia – Mail l.biancatelli@wwf.it Mob. 329 8315718

Emanuela Capitanio, SaFe Communications Press Office P&G Italia – Mail 

emanuela.capitanio@safecommunications.it Mob. 347.4319334.

Read Full Post »

Scuola Statale Primaria “IC Italo Calvino” – via Leucatia 141, Catania – WWF E PROCTER & GAMBLE INSIEME PER PORTARE LA NATURA NELLE SCUOLE ITALIANE

L’IC Italo Calvino ospita la Sottosegretaria al Ministero dell’Istruzione Barbara Floridia, WWF e Procter & Gamble per presentare un primo bilancio del progetto Aule Natura e il Piano Rigenerazione Scuola del Ministero dell’Istruzione.  Roma, 17 febbraio 2022

Venerdì 25 febbraio, alle ore 11.30, la scuola Statale Primaria “IC Italo Calvino”, in via Leucatia 141 a Catania, apre le sue porte per raccontare il progetto delle Aule Natura, promosso dal WWF Italia con il sostegno di Procter & Gamble 

nell’ambito del programma di cittadinanza d’impresa “P&G per l’Italia”, col quale l’azienda sta realizzando azioni concrete di sostenibilità ambientale e sociale in tutto il Paese. Il progetto Aule Natura, che trasforma il tradizionale giardino naturale, l’oasi a scuola, in una vera e propria aula, è stato lanciato dal WWF nel settembre 2020, dopo il primo lockdown, e dall’anno scorso è sostenuto da P&G, con l’obiettivo di realizzare, entro il 2024, almeno 50 Aule Natura in tutta Italia. Dopo una visita guidata all’Aula Natura, seguirà un momento di riflessione sul progetto Aula Natura a supporto del Piano Rigenerazione Scuola del Ministero, presso l’adiacente sede di “WonderLAD”, in via Filippo Paladino n. 11. Dopo il benvenuto del dirigente scolastico Salvatore Impellizzeri, interverranno l’On. Barbara Floridia, Sottosegretaria Ministero dell’Istruzione, Maria Antonietta Quadrelli, Responsabile Educazione WWF Italia, Riccardo Calvi, Direttore Comunicazione di P&G Italia, Barbara Mirabella, Assessore Pubblica Istruzione, Attività e Beni Culturali, Pari Opportunità e Grandi Eventi di Catania, ed Emilio Grasso, Dirigente dell’ufficio di Ambito Territoriale (USR Sicilia).

Parteciperanno anche Pietro Ciulla, Delegato WWF Sicilia, Vita Raiti, Presidente WWF Sicilia Nord Orientale, e Elvira Mazzone dell’Associazione Orione. Si chiede gentilmente di confermare la propria presenza a uno dei seguenti contatti:

Giulia Ciarlariello, Press Office WWF Italia Mail g.ciarlariello@wwf.it Mob. 334 6151811

Lucio Biancatelli, Press Office WWF Italia Mail l.biancatelli@wwf.it Mob. 329 8315718

Emanuela Capitanio, SaFe Communications Press Office P&G Italia – Mail 

emanuela.capitanio@safecommunications.it Mob. 347.4319334

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »